Gi Group Holding annuncia l’acquisizione di The Bridge, una società di consulenza tecnologica per le risorse umane incentrata sul costruire e potenziare le capacità digitali per le imprese, quale 50a acquisizione dell’azienda.

Fondata nel 2017 a Santiago del Cile, The Bridge Social offre ai clienti una rete globale di professionisti del settore tecnologico e digitale, con l’intento di creare connessioni significative tra aziende e clienti. L’acquisizione consentirà a Gi Group Holding di espandere non solo la sua presenza regionale, ma anche di rafforzare la sua offerta nell’ambito tecnologico relativo alle risorse umane. Infatti, la tecnologia all’avanguardia di The Bridge Social, combinata con l’esperienza di Gi Group Holding nel recruiting e nello staffing, fornirà una soluzione unica e completa per i clienti che desiderano ottimizzare i propri team di professionisti nel settore tecnologico, del design e della scienza dei dati.

Nel corso degli anni, il management di Gi Group Holding ha perseguito un approccio misurato e strategico alla crescita del business: sviluppando sia i servizi interni all’azienda che i talenti, e al contempo acquisendo nuove realtà la cui offerta di servizi e prodotti completa e valorizza la struttura del Gruppo. Un elemento di particolare valore quando si tratta di fornire i migliori servizi possibili ai clienti e ai candidati di Gi Group Holding.

Nel corso della storia della nostra azienda, gli investimenti strategici e le acquisizioni hanno migliorato la nostra capacità di crescere ed essere resilienti, anche di fronte a evoluzioni complesse del mercato. I nostri risultati più recenti, quelli del 2021, sono notevoli, grazie ai contributi in termini di utili dell’intero Gruppo, pari a 3,2 miliardi di euro di fatturato (in aumento di oltre il 30% rispetto all’anno fiscale 2020).

Gi Group Holding ha effettuato la sua prima acquisizione nel 2005 inglobando l’agenzia per il lavoro di Fiat, Worknet, e rendendo così il Gruppo la più grande agenzia di proprietà italiana dell’epoca, con un fatturato di 320 milioni di euro e 190 filiali. Solo un anno dopo ha completato la prima acquisizione all’estero, con la tedesca Mumme Personaldientsleistungen GmbH, e nel 2008 la prima acquisizione di una società extraeuropea, l’agenzia di servizi di professional staffing Elixir. Nello stesso anno, il Gruppo ha rilevato la brasiliana S&L Recurso Humanos, facendo registrare la sua prima acquisizione in America Latina, e ha completato ulteriori espansioni internazionali in Cina, Francia e Spagna.

Solo tre anni dopo ha acquisito R4S, conferendo al Gruppo una presenza nel Regno Unito. A metà 2010 Gi Group Holding ha iniziato a effettuare una serie di acquisizioni strategiche per espandere il proprio portafoglio di servizi: nel 2016 ha acquisito TACK & TMI conferendo all’azienda un’apertura internazionale per quanto riguarda i servizi di formazione e sviluppo, e nel 2018 ha acquisito Grafton, un marchio dedicato alla ricerca e selezione di profili professionals e somministrazione di lavoro temporaneo.

L’acquisizione di EUPro nel 2022 eleva in modo significativo la presenza e le capacità del Gruppo milanese in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein, facendo diventare Gi Group Holding l’operatore numero uno nel Canton Ticino. InoltreGi Group Holding ha compiuto un ulteriore passo avanti con l’acquisizione di CVO Recruitment e Simplika, il che ha permesso al Gruppo di essere presente in Estonia e Lettonia e di rafforzare la propria presenza nella regione baltica.

Negli ultimi due anni il Gruppo ha effettuato un paio di acquisizioni strategiche incentrate sulla tecnologia: prima con l’acquisto di JobToME, una società di soluzioni di pubblicità programmatica per il lavoro nel 2021 e poi, quest’anno, con l’acquisizione di The Bridge Social.

"Per quanto riguarda tutte le nostre acquisizioni aziendali, c'è sempre una chiara strategia relativa al motivo per cui cerchiamo di acquistare una specifica società. Questa spazia dal voler offrire prodotti di valore per i nostri clienti, all'accesso a nuovi mercati o alla fornitura di tecnologie che semplificheranno il nostro lavoro e i processi per fornire i nostri servizi HR. In Gi Group Holding abbiamo sempre creduto in una combinazione di crescita organica (basata sui servizi interni) e crescita basata sulle acquisizioni. Mentre raggiungiamo il traguardo della 50a acquisizione aziendale, siamo orgogliosi che questa strategia abbia dato i suoi frutti e ci abbia portato un enorme patrimonio di know-how, accesso al mercato e innovazione di prodotti e servizi – Stefano Colli-Lanzi, Fondatore e CEO".

Il lavoro congiunto di tutti i nostri professionisti nel mondo, insieme alle aziende acquisite con successo e menzionate in precedenza, avvalorano e incoraggiano la nostra visione strategica per fare la differenza per le persone, i mercati del lavoro e in definitiva la società, perché in effetti si tratta di #MoreThanWork.

Condividi questa notizia

Scopri di più

Grafton arriva in Italia

Arriva in Italia Grafton, il brand globale di Gi Group Holding che affianca le aziende nella ricerca di candidati Early Gen Z e Millennial con competenze specializzate.
Scopri di più